Google+ Followers

jeudi 11 juin 2015

Aperitivo di classe e "green" con le bollicine !



 
Gli italiani vanno matti per le bollicine : Champagne o Prosecco. 
Queste, tra tutte le tipologie di vino, hanno fatto registrare nell’ultimo decennio, una significativa crescita dei consumi. 

A parte lo Champagne, la bollicina d'eccellenza, le bollicine prodotte dalle aziende italiane hanno saputo soddisfare i palati dei bevitori esigenti proponendo prodotti esclusivi e mostrando una particolare propensione al “green”. 

Insieme alla voglia di bere "spumante" è cresciuta anche l’attenzione al *biologico* da parte dei produttori.
Sia in cantina che in vigna la materia prima diventa il fulcro della produzione e anche lo "spumante", come i vini rossi e bianchi, riesce a raccontare il territorio. 

Ecco perché, negli ultimi tempi, il tappo degli spumanti salta sempre più spesso durante gli aperitivi!
Ma perché le bollicine piacciono tanto?  
L’anidride carbonica stuzzica il palato e il colore traslucido abbinato al delicato perlage, fanno delle bollicine un aperitivo tendenza raffinato, da degustare con stuzzichini a base di buon formaggio, di salmone affumicato, di tramezzini, involtini..



jeudi 4 juin 2015

Il Parco Bici di Monza

 
Si parla spesso di bicicletta elettrica ma in pochi sanno realmente di cosa si tratta. 
Tuttavia, una volta provata, tutti gli interessati sembrano rimanere piacevolmente sorpresi e positivamente stupiti. 
Nel centro di Monza è nato un nuovo spazio dedicato alle biciclette elettriche: vendita, noleggio, escursioni, eventi e consulenza ad aziende e istituzioni su progetti di mobilità alternativa. 
Questa nuova realtà porta il nome di ParcoBici ed offre la possibilità di dedicare qualche ora della propria giornata a sperimentare questa nuova frontiera della mobilità dolce.
 

 
"Su questa spinta abbiamo pensato che il primo passo è quello di invitare il potenziale utente a provarle: ParcoBici nasce con questo obiettivo”, afferma Andrea Daelli socio fondatore dello spazio. 
Fenomeno ancora nuovo nel nostro Paese, le biciclette a pedalata assistita soffrono ancora una serie di pregiudizi: si ritiene siano biciclette pesanti, poco aggraziate e destinate a un target non più giovane. 
In realtà gli usi e le potenzialità di questo particolare mezzo di trasporto sono molteplici: per la mobilità quotidiana in alternativa ad auto e scooter, per un utilizzo turistico e sportivo, per chi si avvicina per la prima volta alla mountain bike o per rendere “accessibile” la bicicletta a persone con disabilità.
Proprio per questo le attività di ParcoBici comprendono, oltre alla vendita di biciclette a pedalata assistita, il noleggio, le escursioni e l’organizzazione di eventi che avvicinino il pubblico alla bicicletta elettrica, attraverso attività all’aria aperta. 
 
ParcoBici è presente su Facebook, Twitter e su www.parcobici.it.
 

Lo stile Nerdy-chic conquista la moda





 

Nerdy-chic è tendenza!

Studiose e sensuali, vestite di capi casual e divise da college, un'apparenza "secchiona" molto di moda.

Un look studioso per creare moda e tendenza con  uno stile classificato come nerdy-chic

Dopo anni di donne super sexy e ultra femminili, oggi il fascino può esistere diversamente. Questa volta è il trionfo delle donne un po' "nerd", quelle abituate a vestire con capi XXL, in favore di una maniera di vestirsi funzionale, comoda, per affermare un nuovo stile.

Questo stile che fa tendenza, diventa sinonimo di una donna sensuale e carica di contenuti. Un po' intellettuale, urbana, aperta alle novità culturali.

Il nerdy-chic,  è lo stile che ha fatto la fortuna di stilisti come Tommy Hilfiger e Ray-Ban, per le star e le persone più comuni. 
L' armadio della donna nerdy-chic? 
Partendo dalle scarpe, devono essere comode e possibilmente androgine. 
Trionfano le famose "creepers", con zeppa regolare, oppure i mocassini in pelle con le frange.

I capi da portare tutti i giorni : gonne al ginocchio o pantaloni skinny, ma anche abiti semplici e rigorosi, ravvivati dalla vivaci tà degli accessori. 

Dettaglio indispensabile : gli occhiali,di preferenza con lenti spesse e meglio se colorati. 
Le pettinature della "Nerdy-chic" sono morbide e naturali. Infine il make-up consiste in un rossetto rosso scarlatto e il trucco degli occhi ridotto al minimo per far risaltare un incarnato naturale.

lundi 1 juin 2015

Il loft di Max Zambelli a Bologna





  • Come in un gioco di scatole cinesi le stanze da letto si susseguono al piano terra schermate da pannelli scorrevoli. Poltrona rossa di Arne Jacobsen, pouf e lampada di Moroso. La scala in ferro dipinto porta alla zona giorno, pavimenti in cemento cerato.

Il proprietario di questo favoloso loft è Max Zambelli, uno dei fotografi di punta di Elle Decor, autore di importanti campagne pubblicitarie, un piede nella moda e una nel design.

“Il mio lavoro a contatto con stylist, designer e architetti mi ha stimolato moltissimo, a volte fin troppo, ma è stato il luogo scelto, un capannone industriale alla periferia di Bologna, che ha dettato le regole. Il mio desiderio era di poter disporre di uno spazio confortevole dove poter vivere e contemporaneamente lavorare. 
Pur abitando a Milano, conservo radici e punti di riferimento a Bologna dove sono nato e dove vivono i miei figli, Bianca e Filippo, e mia madre. 
In questo grande contenitore di spazi scenografici e angoli privati, dove si può entrare con un camion per montare un set e nuotare in piscina anche d’inverno, mi sento veramente a casa”.


L’architetto Costanzi ha inserito in un edificio di cemento a pianta quadrata (20m x 20m con altezza 10 metri), una nuova scatola rettangolare a più piani, concentrata tutta su un lato. 
Lo spazio privato si apre sul grande vuoto centrale. 
La zona notte al piano terra è totalmente schermata da una serie di pannelli scorrevoli, una scala in ferro conduce al soggiorno, alla zona pranzo e alla cucina.
L’ultimo livello è lo spazio scelto da Bianca e Filippo, ideale per isolarsi in totale libertà con gli amici.